Parola d’ordine:
omnicanalità

Kora comunicazione - Journal omnicanalita

Lo scenario che si sta delineando per il marketing digitale ruota tutto intorno a questo tema. L’omnicanalità  introduce infatti il concetto di “uniformità  dell’esperienza” del consumatore attraverso tutti i canali che interessano lo shopping: dispositivi mobile, PC, punti vendita, chioschi e mobile nei negozi, direct mail, allestimenti multimediali e così via.
La differenza rispetto all’ormai superato concetto di multicanalità, che prevede l’utilizzo, da parte del cliente, di una varietà  di canali on e off line nel suo percorso di acquisto, è che oggi il consumatore vuole poter utilizzare tutti questi canali simultaneamente e che l’azienda che adotta un approccio omnicanale è in grado di tracciare i comportamenti dei suoi utenti. Il marketing può quindi migliorare la propria incisività poiché è messo nelle condizioni di proporre offerte personalizzate a ogni singolo consumatore, in quanto ne conosce i comportamenti d’acquisto, le preferenze anche dai social network, le abitudini di navigazione. Omnicanalità significa infatti anche essere in grado di rendere unica, personalizzata ed indimenticabile l’esperienza d’acquisto on line ed in negozio.
Un esempio di piattaforma web efficace è quella che consente la triangolazione tra store fisico, store on line e consumatore e permette a quest’ultimo di scegliere la modalità di acquisto che preferisce:

  1. mi informo on line e uso il punto vendita per pagare e ritirare;
  2. vado nel punto vendita e uso lo store on line per ordinare e pagare;
  3. vado nel punto vendita per navigare il prodotto e, dal punto vendita, ordino on line il colore o la taglia mancante in negozio

Per approfondimenti:
www.webcentrica.it